Corsi Pet therapy: gli amici cani ci aiutano a guarire

La pet therapy è una terapia basata sull'assistenza degli animali domestici, nel nostro caso i cani, che affianca le altre terapie, per la cura sia di disabilità psichiche, come per esempio l'autismo, sia fisiche (deficit dell'udito, della vista e del movimento) ed anche dei disturbi dell'apprendimento quali ansia, iperattivismo, autismo.

Il cane aiuta il paziente, insieme agli psicologi e ad altre figure professionali del settore, ad innescare spontaneamente quegli stimoli che possono essere di gioco per i bambini, stimolo all'attenzione temporanea (cura del cane, carezze) per gli anziani e i pazienti depressi.

Gli effetti sul paziente

In tutti i casi si è riscontrato un miglioramento nell'attenzione e, in soggetti che compiono movimenti improvvisi o violenti che non riescono a controllare, un incremento nella capacità del controllo del proprio corpo.

Come nasce il cane da Pet Therapy

Non tutti i cani sono adatti all' attività di pet therapy: il lavoro svolto dall'associazione è quello di sottoporre i cani ad un'accurata valutazione comportamentale (da parte di etologi e veterinari comportamentalisti) e in seguito far seguire un adeguato percorso, partendo da una buona educazione di base del cucciolo. È indispensabile che il cane porti a termine con esito positivo un percorso di ambientamento ai vari contesti situazionali in cui si dovrà operare: —

  • ambientamento al setting terapeutico;
  • familiarità alla vicinanza di persone con difficoltà psichiche e/o motorie;
  • —abitudine ad ausili e accessori dei pazienti

Un’altra esigenza fondamentale della pet therapy consiste nell'affiatamento tra il cane e l'operatore: l'animale deve infatti essere di proprietà dell'operatore, proprio per garantire quel legame e quella complicità che rendono l'intervento riabilitativo o educativo davvero efficace.